2012 Anno Internazionale delle Cooperative
International Year of Cooperatives

“Le cooperative costruiscono un mondo migliore”

È questo lo slogan ufficiale dell’Anno Internazionale delle Cooperative che si è appena aperto.
Il 2012 è infatti l’anno che l’Onu ha dedicato al milione e 400 mila cooperative diffuse in oltre cento Paesi del mondo, e agli 800 milioni di cooperatori.
L'Anno Internazionale delle Cooperative, afferma l’ONU, ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo al prezioso contributo e al ruolo svolto dalle imprese cooperative per la riduzione della povertà, per la creazione di occupazione, per l’integrazione e l’inclusione sociale.
Gli obiettivi dell’Anno sono:

  • Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al ruolo delle cooperative e al loro contributo allo sviluppo socio-economico e al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.
  • Promuovere la formazione e l’espansione delle cooperative.
  • Incoraggiare i governi ad adottare politiche, provvedimenti normativi e regolamenti che favoriscano la formazione, la crescita e la stabilità delle cooperative.

L’Anno Internazionale delle Cooperative costituisce inoltre un’opportunità per conoscere meglio le cooperative - imprese a proprietà diffusa e a gestione democratica - e il modello di business cooperativo, che vanta una storia ultracentenaria.
In Italia il sistema cooperativo conta circa 71.500 imprese attive e oltre un milione di lavoratori dipendenti mentre il valore della produzione raggiunge i 108 miliardi di euro (indagine sul sistema cooperativo di Euricse, l’Istituto europeo di ricerca su cooperative e impresa sociale. Dati che testimoniano il significativo contributo al sistema economico nazionale dell’imprenditorialità cooperativa.

Le Banche di Credito Cooperativo e le Banche Popolari costituiscono il sistema bancario cooperativo italiano, che conta oggi complessivamente 515 Istituti con circa 14 mila sportelli e 2 milioni e 200 mila soci. I dipendenti sono 121 mila. Nel 2011 gli impieghi all’economia reale erogati nel complesso da BCC e Popolari ha superato i 500 miliardi di euro.
Numeri che sottolineano la insostituibile funzione delle banche cooperative italiane nel conferire stabilità ai sistemi bancari e finanziari, nel promuovere la tenuta e lo sviluppo dei territori, nel diffondere la cultura della partecipazione nella gestione del risparmio nelle stesse comunità dove esso viene generato.