01/04/2014 Bcc Vicentino
In BCC si parla di agricoltura
Due incontri dedicati al mondo agricolo organizzati dalla BCC Vicentino
L’agricoltura è ancora oggi l’attività economica più diffusa sulla superficie terrestre.
È un settore particolarmente importante per il nostro territorio e per la realtà bancaria cooperativa, non a caso nota ai più ancora come Cassa Rurale. La BCC Vicentino è nata nel 1895 proprio per aiutare i braccianti del territorio a conquistare un livello di benessere maggiore e per combattere l’usura dilagante a quei tempo. Siamo, dunque tutti, – chi più e chi meno – figli del mondo rurale.
Per questo la BCC ha organizzato due incontri aperti dove il primo – tenuto a Pojana Maggiore - ha avuto come tema: “Nuova PAC 2014 -2020 e PSR - Misure a sostegno dell’Agricoltura”.
Il secondo – svoltosi a Villa Sorio di Gambellara - ha ruotato attorno all’argomento “Reti di impresa - Opportunità nel settore agricolo e agroalimentare”.
 
Al primo incontro era presente il dott. Alberto Andriolo, funzionario della Regione Veneto - Sezione Competitività Sistemi Agroalimentari che ha parlato della nuova PAC e PSR e delle misure a sostegno dell’agricoltura, soffermandosi sui temi forti quali: innovazione, rete, competitività, sostenibilità, progettualità e concentrazione. La sua relazione ha toccato in particolar modo l’argomento relativo agli investimenti aziendali innovativi (produzione, risparmio energetico, uso efficiente risorse), agli strumenti finanziari e accesso al credito, alla formazione e consulenza alle imprese. Ha proseguito poi parlando dei giovani, dei progetti agroindustriali con ricadute evidenti sui produttori (nuovi PIF), dei progetti di rete volti a adottare e diffondere lo sviluppo delle aree rurali con progetti mirati ed integrati. Nutrita la partecipazione, con parecchi quesiti posti ai relatori.
 
Nel secondo incontro c’era, invece, il dott. Mauro Conti, direttore BIT S.p.A. Servizi per l’investimento sul territorio (Società di consulenza e servizi per lo sviluppo del territorio, appartenente al Gruppo Bancario Iccrea). Il suo intervento ha fatto una panoramica sul settore agricolo soffermandosi sulle cinque chiavi del successo per le aziende agricole italiane: mercati esteri, qualità, sostenibilità, diversità e aggregazione. Questi sono i percorsi che possono consentire ai prodotti italiani di affrontare le sfide dei mercati.
 
In entrambi i convegni al tavolo dei relatori era presente la dott.ssa Imma Russo, specialista settore Primario Centro Imprese Nord-Est Iccrea -BancaImpresa S.p.A. che ha parlato dei prodotti bancari dedicati al mondo agricolo che la BCC può fornire, con personale qualificato e attento da sempre al mondo rurale. La dott.ssa Russo ha riferito che le  aziende agricole stanno aumentando la superficie media e vanno via, via, incrementando i contratti di affitto con ricorso crescente alla forma societaria; il maggior incremento di fatturato si ha tra le aziende che hanno un export più sviluppato.
 
Anche il Presidente della BCC geom. Giancarlo Bersan, nel suo saluto introduttivo e conclusivo, in entrambi i convegni ha posto l’accento sull’importanza strategica del comparto agricolo e agroalimentare per il nostro territorio, sottolineando l’affiancamento della BCC nello sviluppo di azioni atte alla crescita delle nostre comunità rurali.
Banner
Conto Pensione
Conto Giovani 2.0
Conto University
Banca Comunità Cuore