01/04/2014 Notizie dal territorio
ULSS e BCC: insieme per il territorio
La Banca di Credito Cooperativo Vicentino Pojana Maggiore ha donato nei giorni scorsi un importante e utile dispositivo medico all’UlSS 5, presso il presidio ospedaliero di Lonigo.
 
Si tratta di un elettrostimolatore per la cura della disfagia (disturbi della deglutizione, dovuti soprattutto a problemi neurologici) che non sostituisce la terapia “classica” (trattamento logopedico) ma la integra e la potenzia. Si è svolta quindi una cerimonia per l’apposizione di una targa, posta nel reparto di riabilitazione, un segno tangibile di stima e apprezzamento per il contributo ricevuto dalla Banca di Credito Cooperativo Vicentino.
 
Molti i presenti, oltre ad alcuni consiglieri e dipendenti della BCC, anche parte del personale dell’area riabilitativa, dal Direttore Medico Ospedaliero, dott. Luigi Dal Sasso, che ha portato i saluti e ringraziamenti del Direttore Generale, dott. Giuseppe Cenci, ricordando, che ad oggi tutti escono dall’Università ma è sul campo, ovvero nel reparto, che si diventa professionisti della salute.
 
Nel conviviale incontro, il Direttore U.O.C. di Medicina Fisica e Riabilitazione ULSS 5 Ovest Vicentino Stefano Mazzon, ha sottolineato - l’importanza dell’acquisto dell’apparecchio per l’elettrostimolazione neuromuscolare indicata nel trattamento della disfagia; lo stesso agisce emettendo piccole dosi di corrente adeguatamente calibrata che, mediante elettrodi specifici posti sulle porzioni anteriori del collo, stimola i nervi motori della gola deputati alla deglutizione. Questa terapia, innovativa, agisce in sinergìa con gli esercizi di rieducazione alla deglutizione effettuati dal personale di logopedia, così da aumentare le possibilità di successo terapeutico della riabilitazione; l’apparecchio piccolo di dimensioni ma di importante efficacia, risulta funzionale anche per una questione di utilizzo e gestione da parte del personale addetto. Evidenze scientifiche e uno studio clinico multicentrico, testimoniano l’importanza dei risultati. A volte si sottovalutano i problemi di deglutizione che possono portare anche a complicazioni broncopolmonari gravi. Tra le aziende sanitarie in possesso del medesimo apparecchio sono al momento,  Padova e Brescia. Il nostro personale di logopedia è stato formato nei mesi scorsi quindi già operativi - .
 
Infine, il Presidente della BCC Giancarlo Bersan ha espresso nel suo discorso, il piacere di contribuire al territorio, essendo l’istituto di credito, in loco, legato ad una filosofia di mutualità. Tre anni fa, sempre la Banca, donò un apparecchio per il trattamento dei nei. La Banca è vicina al territorio e rinveste le risorse nel territorio, in questo caso per un benessere collettivo. Una BCC – ha continuato Bersan - è una banca di comunità, costruita sulla solidarietà mutualistica e per la sussidiarietà nei territori  che si estrinseca anche con l’attività di Vitaamica, la Mutua del Credito Cooperativo della Fondazione BCC/CRA provincia di Vicenza, un ente di tipo associativo che si occupa di assistenza sanitaria integrativa, erogando servizi che vanno ad integrare le prestazioni già offerte dal Servizio Sanitario Nazionale, e di servizi per le famiglie, sotto l’aspetto sociale distribuendo sussidi per i figli, ma anche  sotto l’aspetto culturale e ricreativo. Una Mutua che ha già stretto un rapporto di collaborazione con l’UlSS 5 e anche con l’ULSS 6 e che si va via,via sviluppando a favore del territorio e della collettività - .
 
Arianna Lorenzetto
Banner
Conto Pensione
Conto Giovani 2.0
Conto University
Banca Comunità Cuore